Eva - diario di una costola

PRODUZIONE: PEM HABITAT TEATRALI
REGIA: Marco Rampoldi.
TESTI: Rita Pelusio Alessandra Faiella, Marianna Stefanucci, Riccardo Piferi.
Di e Con: Rita Pelusio

Una donna nuda, minuta, con una massa di capelli che le fa da vestito.
Una donna sola nel “vuoto” paradiso. Gioca a scoprire, si perde e si ritrova. Scrive, annota e inventa. Eva è ingenua, beffarda, è clown. Gioca sulla donna, ironizza sui difetti, le tentazioni e i desideri. Ecco, Eva è una pulsione di gioco… mangiare una mela non è peccato ma lo è il coraggio di andare oltre,  di disobbedire.
Quante volte sottostiamo a leggi o imperativi per la paura di sbagliare? Stiamo accettando tutto quello che ci impongono, facendoci pensare che non ci sia altra soluzione, invece è solo dando quel “morso” che possiamo sperare di cambiare.